Italiano

Carta

La Carta

La Mediazione Familiare Internazionale è continuamente incoraggiata dalle autorità giudiziarie ed amministrative dei vari Stati come metodo di risoluzione dei conflitti familiari transfrontalieri. E’ diventato, pertanto, evidente la necessità di avere dei principi chiari e generali per la Mediazione Familiare Internazionale al fine di assicurare elevati standard delle pratiche tra i mediatori familiari internazionali di tutto il mondo.

Un Processo Collaborativo ha preso avvio nel 2015  con la redazione di una Carta internazionale applicabile a tutti gli Stati. Questa Carte completa Codici di Condotta e Carte che sono state elaborate a livello regionale o già in vigore nelle esistenti reti. Mira a valorizzarli e allo stesso tempo aggiunge una serie di requisiti professionali ed etici propriamente dedicati alla mediazione familiare internazionale tra le regioni. La natura di questa Carta vuole essere quella di servire e riflettere l’ampia varietà delle pratiche di mediazione familiare internazionale esistenti nel mondo. Tutte le strutture coinvolte nella Mediazione Familiare Internazionale hanno partecipato alla creazione di questo documento generale di riferimento.

La Carta per i Processi di Mediazione Familiare Internazionale contiene 10 principi chiave che devono essere rispettati durante le mediazioni transfrontaliere. Questi principi possono essere visti come un strumento per disseminare la conoscenza generale di questa risorsa. Ma più importante, i genitori coinvolti nella mediazione possono essere informati sui livelli necessari della pratica ed essere rassicurati che la mediazione sia effettiva nel salvaguardare i loro diritti. Esempi di buone pratiche completano questa lista di principi nonché ne dimostrano la loro applicabilità.

Il Segretariato Generale del SSI gioca il ruolo di facilitatore e coordinatore, ed ha il privilegio di riunire tutte le strutture e reti specializzate oltre ai mediatori professionisti indipendenti che lavorano per i servizi pubblici o nella rete del SSI. Questi mediatori sono specialisti dei conflitti familiari transfrontalieri e provengono da tutte le parti del mondo per scambiarsi conoscenze, prospettive/punti di vista multiculturali, esperienze e lezioni apprese nei settori della formazione, deontologia e pratica generale.

La Carta pone le basi per lo sviluppo della cooperazione internazionale tra i professionisti della mediazione familiare specializzati nei conflitti transfrontalieri  e le autorità amministrative e giudiziarie. Lo scopo finale è quello di aprire la strada alla creazione di una rete centralizzata e sicura di professionisti qualificati, riconosciuti e accessibili a tutti.

 

LA CARTA È ORA DISPONIBILE IN INGLESE E FRANCESE.

“LE ISTRUZIONI PER L’USO” FORNISCONO RACCOMANDAZIONI SCRITTE DA UN GRUPPO DI MEDIATORI PROFESSIONISTI SPECIALIZZATI

(inglese / francese)

(disponibile anche in formato WORD :

Inglese / Francese).

 

 

Ulteriori importanti strumenti regionali ed internazionali:

Consiglio d’Europa: Racommandazione n. R (98)1 del Comitato dei Ministri agli Stati membri sulla mediazione familiare (in inglese); Racommandazione Rec (2002) 10 del Comitato dei Ministri agli Stati membri sulla mediazione in materia civile e commerciale (in inglese)

Unione europea: Linee-guida per una buona applicazione della raccomandazione in tema di mediazione reo/vittima (in inglese); Direttiva 2008/52/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 21 maggio 2008 relativa a determinati aspetti della mediazione in materia civile e commerciale; Codice europeo di condotta per mediatori

Conferenza dell'Aja: Principles for the Establishment of Mediation Structures in the Context of the Malta Process (in inglese)